Uno dei territori più affascinanti della Sardegna costretto a separarsi dal proprio Comune di appartenenza a causa del prolungato e inaccettabile disinteresse da parte delle amministrazioni comunali di Alghero che si sono succedute negli anni.

Le priorità del Comitato Rinascita della Bonifica

  • Frenare lo spopolamento e la scomparsa progressiva delle attività economiche legate alla residenza, all'agricoltura e all'agriturismo, prevedendo la possibilità di edificare soprattutto quando trattasi di prima casa o di attività con finalità imprenditoriali atte a creare lavoro, con particolare riferimento ai giovani. Il Parco Regionale di Porto Conte resta tutelato e intoccabile a livello di nuova edificazione. Alla cintura di territorio confinante con il Parco deve invece essere offerta la possibilità di svilupparsi e offrire servizi per residenti e turisti. 
  • Dare priorità ai residenti nelle Borgate per l'avvio di attività sul territorio.
  • Definire in tempi rapidi una progettualità con riqualificazione delle strutture di proprietà pubblica esistenti nel territorio della Bonifica di Alghero. Siamo la porta del Parco di Porto Conte quindi l’approdo naturale per i servizi indispensabili per la sopravvivenza del parco stesso. 
  • Fare in modo che i benefici di risiedere in un territorio così speciale ricadano su tutti i cittadini e non solo su pochi e soliti noti. 
  • Maggiore rappresentanza a livello politico e quindi maggiore vicinanza ai problemi degli abitanti delle Borgate della Bonifica (Maristella, Guardia Grande, Santa Maria La Palma, Sa Segada, Arenosu, Corea). Vogliamo decidere il nostro futuro.
  • Migliorare la comprensione delle necessità dei cittadini e, quindi, servizi più mirati.
  • Lottare per l'acqua d'irrigazione esente dai reflui “depurati” di Alghero
  • Lottare per l' assegnazione vie e numeri civici. Attesa da decenni.
  • Lottare per posizionare ripetitori per cellulari (lontano dall'abitato e in modo concordato con la popolazione) che possano servire a dovere le molte zone scoperte.
  • Migliorare la segnaletica stradale, compresa quella relativa ai pericolosissimi e innumerevoli incroci a raso.
  • Migliorare i collegamenti pubblici con la città di Alghero.
  • Estendere la raccolta differenziata a tutta la Bonifica
  • Prevedere ai lati delle strade o sulla linea di confine del Parco protezioni adatte per evitare incidenti con gli animali selvatici e salvaguardare i terreni coltivati.
  • Riparare le buche e le strade dissestate in tempi rapidi, ripulire i canali a bordo strade per evitare allagamenti.
  • Sostituire le tubature dell'acqua potabile ad oggi in eternit
  • Prevedere per tempo l'inizio della stagione turistica con relativa pulizia  delle spiagge e delle strade. Pulizia che deve essere prevista durante tutto l'anno e non solo da giugno a settembre.
  • Conservare e ripristinare i servizi essenziali (in particolare scuole, sanità, servizi sociali).
  • Più risorse alle Borgate derivanti dagli oneri versati a qualsiasi titolo dagli abitanti dei territori e dalle attività esistenti. Minori spese della macchina amministrativa.