Uno dei territori più affascinanti della Sardegna costretto a separarsi dal proprio Comune di appartenenza a causa del prolungato e inaccettabile disinteresse da parte delle amministrazioni comunali di Alghero che si sono succedute negli anni.

Il Comitato Rinascita della Bonifica scrive ai consiglieri regionali di Alghero in merito al destino di Punta Giglio.


05/08/2013

Spettabile Regione Autonoma della Sardegna
Consiglio Regionale, Via Roma, Cagliari

Alla c.a. del consigliere Signor Carlo Sechi/Mario Bruno/Pietrino Fois


Spettabile Consigliere,


il 24 luglio a Palau è stata aperta al pubblico la Caserma della Batteria militare Talmone. L'intervento è stato reso possibile grazie al Fondo Ambiente Italiano (FAI) che ha ricevuto in concessione dalla Regione Autonoma della Sardegna il bene in oggetto.

Le analogie con il nostro complesso di Punta Giglio sono innumerevoli. La Caserma della Batteria militare Talmone infatti, fa parte di un insediamento difensivo costiero comprendente spalti interrati per il posizionamento di cannoni, depositi per munizioni e innumerevoli forti e fortini vari. Era un bene di proprietà del Demanio in completo stato di abbandono e situato in posizione privilegiata. Esattamente come le strutture presenti a Punta Giglio.

Oggi il FAI ha restaurato una parte del bene che da caserma diverrà rifugio marino dove, tra l'altro, sarà predisposto uno spazio per l'accoglienza di coloro che vorranno intraprendere campi di volontariato, di studio e di ricerca, e un ambiente destinato alla funzione educativa - museale con testimonianze storiche e valenze naturalistiche e paesaggistiche di quel tratto di costa.


La domanda sorge spontanea. Qual'è la situazione dell'insediamento difensivo costiero di Punta Giglio?

Il percorso di riqualificazione di Maristella e dell'intera Bonifica passa attraverso la valorizzazione dei numerosi beni ricadenti sul territorio.

In qualità di nostro rappresentante in Regione, vorremmo sapere da lei nel dettaglio:

  1. Esattamente in quale ufficio è bloccata la pratica di trasferimento del bene dal Demanio alla Regione.
  2. Esattamente i motivi del blocco.
  3. Esattamente come si chiama il funzionario o la legge che impediscono ad oggi il trasferimento dal Demanio alla Regione del complesso di Punta Giglio.
  4. Quali azioni intende intraprendere per sbloccare al più presto la situazione.
  5. Quali tempistiche prevede per il passaggio del bene dal Demanio alla Regione.
  6. Quali azioni, anche plateali, possiamo intraprendere come popolazione affinché chi deve fare la sua parte la faccia subito.

Non è più il tempo delle attese, il territorio ha bisogno di risposte immediate.

Certi di una cortese risposta, cordialmente,

Per il Comitato Rinascita della Bonifica – Tonina Desogos


Contatti:

Comitato Rinascita della Bonifica c/o