Uno dei territori più affascinanti della Sardegna costretto a separarsi dal proprio Comune di appartenenza a causa del prolungato e inaccettabile disinteresse da parte delle amministrazioni comunali di Alghero che si sono succedute negli anni.

Verso il nuovo Comune di Porto Conte

Il Comitato Rinascita della Bonifica ha terminato la raccolta firme per l'istituzione del nuovo Comune di Porto Conte. Il risultato raggiunto ha nettamente superato il quorum richiesto dalla legge.

Tonina Desogos, presidente del Comitato, commenta
"Ringraziamo tutti i cittadini che hanno creduto nel futuro, nella possibilità di riscatto che può e deve avere il nostro territorio. Ringraziamo anche tutti i volontari, i tecnici e i professionisti che hanno contribuito e stanno contribuendo alla rinascita di una delle zone costiere più belle ma più povere di servizi di tutto il nord Sardegna. Grazie in particolare al Notaio Luigi Maniga di Sassari e al Notaio Maria Carla Bilardi di Alghero che si sono prestati anch'essi gratuitamente a favore dell'iniziativa".

Il Notaio Luigi Maniga ha voluto commentare così l'iniziativa:

"Ho abbracciato volentieri questo progetto perché  ho ritenuto importante e giusto rispondere positivamente alla richiesta del Comitato che ha dimostrato tanto entusiasmo. Che il progetto abbia basi solide e largo consenso è dimostrato dal numero di firme raccolte: le esigenze del territorio sono importanti e per troppo tempo sono state trascurate.

Il Comitato Rinascita della Bonifica è costituito da un bel gruppo, molto affiatato, di persone che hanno a cuore un progetto condiviso da tutti con entusiasmo e grande spirito di iniziativa.

Ho riscontrato un grande affiatamento e tanta partecipazione, durante la raccolta delle firma, ed ho scoperto un mondo che non conoscevo, molto interessante, una comunità fatta di tante componenti tutte diverse ma con gli stessi problemi. Persone diverse per provenienze, culture ed abitudini: sardi, ferraresi, veneti, stranieri, storie diverse che convivono nel territorio della ex bonifica. Esperienze importanti: viticultori, artigiani, agricoltori, ristoratori, imprenditori e tante altre realtà che danno vita ad un mondo complesso ed articolato di cui il Comune di Alghero non ha mai dimostrato di conoscere l'esistenza e di cui ha trascurato esigenze e necessità.

Le Borgate hanno enormi potenzialità sia ambientali che turistiche che potrebbero anche far gola agli altri Comuni limitrofi (Sassari e Olmedo). C'è una bellissima costa, le spiagge più belle, Porto Conte, l'aeroporto, le grotte di Nettuno, aziende vitivinicole importanti: tutte risorse che vivono del lavoro e della partecipazione dei residenti nelle Borgate che meritano certamente uno sforzo ed un'attenzione maggiori da parte di chi amministra il territorio.

Ora si apre un nuovo capitolo nella prosecuzione dell'iter "burocratico", speriamo che tutto vada per il verso giusto e che si arrivi in tempi giusti al risultato finale."