Uno dei territori più affascinanti della Sardegna costretto a separarsi dal proprio Comune di appartenenza a causa del prolungato e inaccettabile disinteresse da parte delle amministrazioni comunali di Alghero che si sono succedute negli anni.

Il Comune di Porto Conte all'attenzione del Governatore Pigliaru

Abbiamo avuto modo di incontrare il Presidente Francesco Pigliaru a margine della sua visita a Alghero a fine aprile. Nei giorni scorsi infatti, quando abbiamo capito che, il nostro Sindaco, incredibilmente, non intendeva porre all’attenzione del Presidente Pigliaru la situazione disastrosa che vivono le borgate algheresi oramai da decenni, ci siamo attivati immediatamente per incontrarlo da soli. A differenza di Surigheddu, dove l’attività agricola è ferma da molto tempo, la Bonifica di Alghero, seppur gravemente malata, è ancora viva, abitata da persone, famiglie e necessita di grandissima attenzione.

Le nostre borgate cadono letteralmente a pezzi, sotto il peso di troppi anni di trascuratezza e rimpalli di responsabilità. Ci rendiamo conto che potrebbe essere la vergogna il sentimento dominante che non permette alla politica algherese di mostrare ai vertici regionali il risultato del proprio disastroso cinquantennale operato, tuttavia, ora che le carte sono scoperte, non è sufficiente un mea culpa ma è necessario rimediare agendo rapidamente e chiedendo aiuto al più presto.
Il Presidente si è dimostrato molto attento e seriamente sorpreso della situazione che gli abbiamo palesato. Gli è stata consegnata anche una minuziosa documentazione cartacea inerente le gravissime criticità che vive il nostro territorio.