Uno dei territori più affascinanti della Sardegna costretto a separarsi dal proprio Comune di appartenenza a causa del prolungato e inaccettabile disinteresse da parte delle amministrazioni comunali di Alghero che si sono succedute negli anni.

Comune di Porto Conte: 845 volte e più.. grazie!

Il Comune di Porto Conte non si fa. Questo è un fatto. La Regione Sardegna ha approvato quest’anno la nuova legge di riforma degli Enti Locali che prevede, per l’istituzione di nuovi Comuni, un numero di residenti minimo pari a 10.000, oltre 3 volte gli abitanti attualmente residenti nella zona interessata dal progetto del nuovo Comune. Il nostro è stato un iter lungo, avvincente, tortuoso, che ha visto, per la prima volta nella storia della Bonifica di Alghero, una grandissima parte della popolazione unita contro lo spregiudicato abbandono del territorio da parte della politica locale algherocentrica.
In questi anni di battaglia, i media regionali e locali hanno conosciuto e trattato le Borgate algheresi come mai prima d’ora: servizi persino sul TG3, prime pagine tra Nuova Sardegna e Unione Sarda e decine di pagine interne. E poi centinaia di articoli online, ripresi e letti da mezza Italia.
Per la prima volta nella storia, due Assessori Regionali hanno fatto visita alle Borgate: Cristiano Erriu, Assessore agli Enti Locali e
Elisabetta Falchi, Assessore all’Agricoltura, entrambi incontrati ripetutamente da noi e dai Comitati di Borgata per sensibilizzarli sulle problematiche che vive il nostro agro. Anche gli uffici della Regione Sardegna, con il proprio staff tecnico, hanno conosciuto per la prima volta i problemi che ci riguardano: sono ora più sensibili alle nostre rivendicazioni attuali e lo saranno per quelle future. 
Attraverso l’iniziativa di istituzione del nuovo Comune di Porto Conte, le borgate sono finalmente entrate come argomento di discussione in Consiglio Comunale ad Alghero. L’attuale compagine di governo della città, seppur con grande fatica e con risultati a tutt’oggi insoddisfacenti, risulta comunque l’amministrazione che maggiormente si sta impegnando per l’agro: li sproniamo fiduciosi a fare di più.
E’ di questo periodo anche la nascita dei nuovi Comitati di Borgata di Sa Segada – Tanca Farrà e di Guardia Grande – Corea che, insieme al Comitato di Borgata di Maristella, sono più uniti che mai e attivi per la rinascita della Bonifica di Alghero. Anche con il Parco di Porto Conte, grazie all’acume del Presidente Farris e dell’ex direttore Vittorio Gazale, si sta collaborando attivamente in un’ottica di sviluppo.
Insieme ai Comitati di borgata, abbiamo recentemente ricevuto rassicurazioni formali dall’Assessore Regionale agli Enti Locali, Cristiano Erriu, dal Sindaco Mario Bruno e dal PD locale relativamente alla pronta ristrutturazione di diversi immobili nelle Borgate; il tutto dopo una grande battaglia che ci ha visti protagonisti in Regione e per la quale ringraziamo anche coloro che hanno firmato la petizione di protesta online destinata agli uffici dell’Assessorato Regionale.
Restiamo molto lontani dalla città e lontanissimi da quello che potrebbe essere un futuro di lavoro e benessere generalizzato. La strada tuttavia è stata imboccata anche se ogni risultato dovrà essere “zappato” con fatica. L’iniziativa per l’istituzione del nuovo Comune di Porto Conte ha creato un’onda lunga di accadimenti che porterà risultati nel medio – lungo termine.
Il Comitato Rinascita della Bonifica resta vigile e ringrazia coloro che sino ad oggi si sono lasciati coinvolgere nella grande avventura che si pone come obiettivo un maggior benessere per le comunità dell’agro. Abbiamo dimostrato insieme che l’unione fa la forza e non mancheremo di coinvolgervi nuovamente in altre iniziative utili alla causa di un territorio che merita davvero molto, molto di più. A presto e grazie a tutti!
Per il Comitato Rinascita della Bonifica
Tonina Desogos, Dario Deriu, Davide Maffei, Graziano Radovini, Patrizia Piras